€ 341.905,04

Totale importo truffato.

Leggi le varie esperienze !!

€ 7.199

Totale importo recuperato.

Leggi le varie esperienze !!

€ 38,82

Totale donazioni.

Leggi le varie donazioni !!

Mini guida Atto di denuncia querela

Grazie all'utente francy, riportiamo un esempio di come dev'essere compilata una denuncia querela nel caso di una truffa online. Naturalmente i vari dati e motivazioni della denuncia differiscono per ogni singolo caso e vanno adeguati a seconda del caso denunciato.

(Topic di riferimento: http://www.denunceitaliane.it/forum/subito-it-sito-internet-per-compravendita-tra-privati-di-prodotti-usati/1528-subito-it.html?start=20#7676

Quella che seguirà è una integrazione della denuncia, in quanto al momento della compilazione della stessa sono stati dimenticati dei punti importanti, quindi fate attenzione a riportare tutto correttamente durante la denuncia. I punti coretti o integrati sono i seguenti:

1) La denuncia non era strutturata correttamente, in quanto il carabiniere di turno non ha messo che io sono in grado di riconoscere chi mi ha truffato mentre il mio avvocato a detto che io sto sporgendo querela verso un soggetto con nome cognome e cod fiscale, pertanto non contro ignoti.

2) che mi costituisco parte civile in fase di giudizio, in modo da ottenere rimborso dei danni e le spese sostenute.

3) Che ce un testimone e che io ho versato quei soldi.

4) Che in caso di archiviazione da parte del pm vengo informato, perché e importate scriverlo nella denuncia vi chiederete? Facile se il pm tra 3 / 4 / 5 mesi archivia la vostra denuncia oppure passano 1 / 2 anni e io mi chiedo che fine abbia fatto la mia denuncia, posso andare dal pm e chiedere se la mia denuncia è stata archiviata, e se stata archiviata ho il diritto di riaprire il caso perché secondo me ci sono elementi per andare in fondo. Se questo passaggio, cioè questa clausola sulla denuncia non viene fatta, il pm non ha obblighi di avvisarti e tu perdi il diritto di apertura della denuncia in casi di archiviazione da parte del pm.

5) Mancano sulla denuncia i dati da me forniti e cioè: link dell'inserzione presso il sito, la risposta del sito stesso e la registrazione delle telefonate con il soggetto che possono essere documentate.

il mio avvocato ora farà un integrazione alla denuncia, correggerà tutto e strutturerà per benino la querela in modo che si a effettiva
e penalmente perseguibile. in più ha chiesto di fare un cd con le chiamate registrate che porterà direttamente in procura come prova documentabile.

Segue la denuncia querela:

AL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI xxxxxxx INTEGRAZIONE DI DENUNCIA-QUERELA sporta in data 02.10.2014 presso Comando Carabinieri di xxxxxxx

Protocollo Verbale: xxxxxxxxxx - Protocollo Sdi: xxxxxxxxxxxxx

Il sottoscritto xxxxxxxx xxxxxxxxx, nato a xxxxxxx (xx) il xx.xx.xxxx, residente in xxxxxx (xx) Via xxxxxxxxx n. xx, C.F. xxxxxxxxxxxxxx, rappresentato e difeso dal difensore di fiducia e procuratore speciale Aw. xxxxxx xxxxxxx presso il cui studio in xxxxxx (xx) Via xxxxxxxxx elegge domicilio giusta procura in calce al presente atto, si onora esporre quanto segue.

Premesso

- Essendo mia intenzione procedere all’acquisto di una stufa a pellet in data 30.09.2014 navigavo in internet ed entravo nel sito di SUBITO.it; dopo alcune ricerche mi avvedevo di un’offerta interessante relativa alla vendita di una stufa a pellet edilkamin per il prezzo di € 450,00= (all. 1); trovando l’annunci0 di mio gradimento la sera stessa contattavo il privato inserzionista che l’aveva inserito il cui nome corrispondeva a Gxxxxx con utenza telefonica xxxxxxxx preciso che tale nome e tale numero di telefono venivano rimediati sempre dal sito; - gia alla prima telefonata mi rispondeva effettivamente un uomo con il quale prendevo accordi per l’affare, concordando la spedizione della stufa tramite corriere presso la mia abitazione in xxxxxx subordinata al previo pagamento del prezzo di € 450,00= a mezzo ricarica della sua carta Postepay; - alla telefonata seguiva un messaggio SMS con il quale tale Sig. Gxxxxx mi indicava il numero della carta Postepay 4023 xxxxxxxxxxx ed il codice fiscale collegata alla stessa MLxxxxxxxxxx (all. 2); nel controllare il codice fiscale mi accorgevo che non corrispondeva al nome Gxxxxx, bensi a Mxxxxx Sxxxxx, nato a Pistoia (PT) il xx.xx.1971 (all.3); ritelefonavo dunque al Sig. Gxxxxx per avere spiegazioni e quest’ultimo mi riferiva che, poiché non era molto pratico di acquisti in internet, aveva fatto registrare sul sito, Gxxxxx suo nipote;- in assoluta buona fede e credendo alla sua versione, in data 02.10.2014 alle ore 11.08 procedevo alla ricarica della carta Postepay 4023 xxxxxx per la somma in contanti di € 450,00=, oltre € 2,00= per commissioni, come da ricevuta che allego (all. 4); preciso che prima di effettuare il pagamento chiedevo tramite SMS al Sig. Mxxxx Sixxxx di inviarmi una sua carta d’identità; ma senza risposta; dopo aver effettuato il pagamento inviavo la ricevuta al medesimo chiedendo conferma dell'avvenuto accreditamento, in modo poi da accordarci per la spedizione della stufa; purtroppo dopo tale momento non ho più avuto alcun contatto con il Sig. M. S. il quale, nonostante mie plurime chiamate e SMS, non risultava più reperibile all'utenza 388/xxxxxx perché continuamente spenta (cfr. all. 2);

- poiché tale soggetto non mi rispondeva più al telefono né ai messaggi SMS mi accorgevo subito che ero stato truffato, di talché spedivo una mail ai gestori del sito SUBITO.IT i quali mi consigliavano di sporgere denuncia in modo che poi loro procurassero le informazioni necessarie all’Autorità sul privato inserzionista che aveva messo l’annuncio, ad esempio circa l’account e la postazione intemet da cui era derivata l’inserzione (all. 5);

- nello stesso giorno 02.10.2014 alle ore 17:59 mi recavo dunque presso il Comando Carabinieri di xxxxxx per sporgere denuncia su quanto mi era accaduto (all. 6); presente integrazione alla denuncia di cui sopra preciso che a tutt'oggi 14.10.2014 la stufa a pellet edilkamin. oggetto dell'inserzione sul sito SUBITO.it e per la quale ho esborsato la somma di € 452,00= come da ricevuta allegata. NON È MAI STATA RECAPITATA ALLA MIA PERSONA, con attuazione del reato di truffa di cui all°art. 640 c.p. da parte del Sig: Mxxxx Sxxxxx:, quest'ultimo infatti con artifizi e raggiri approfittando della mia buona fede, mi ha indotto in errore circa la consegna della stufa, procurandosi un ingiusto profitto a mio danno per il depauperamento del mio patrimonio;

- da ultimo segnalo che presente al momento dei fatti, nonché per aver parlato direttamente al telefono con tale Sig. Gxxxxx, ovvero M. S. per avere informazioni sull’annuncio reperito sul sito di SUBITO.it, vi era mia moglie Sig.ra P. P. la quale potrà utilmente riferire in merito alla condotta del predetto;

- per tutta la situazione di ansia, preoccupazioni, disagio, malessere, oltre che ovviamente per il depauperamento del mio patrimonio, mi riservo di quantificare i danni che ho subito e che ancora sto subendo a causa della condotta fraudolenta e truffaldina posta in essere dal Sig. M. S. di cui alla denuncia sporta in data 02.10.2014 ed alla presente integrazione.

Tutto ciò premesso visti gli artt. 120 I comma - 640 c.p. e gli artt. 333 - 336 e 337 c.p.p., il sottoscritto Z. F. dichiara di sporgere come in effetti sporge DENUNCIA-QUERELA contro il SIG. M. S., nato a Pistoia (PT) il xx.xx.xxxx, C.F. MLxxxxxxxxxxx, intestatario della carta POSTEPAY 4023xxxxxxxxxx, per tutti i reati che saranno ravvisati nei fatti esposti.

- Sui fatti in narrazione può testimoniare la Sig.ra P. P., nata a B. il xx.xx.xxxx, residente in C. (xx) Via xxxxxxxx n. xx, presente al momento dei fatti.

- Si allega in copia: 1) inserzione SUBITO.it; 2) messaggi SMS; 3) decodifica codice fiscale; 4) ricevuta di pagamento ricarica Postepay; 5) mail a gestori sito SUBITO.it; 6) verbale di ricezione di denuncia orale sporta in data 02.10.2014; 7) carta d”identità e codice fiscale del sottoscritto Z. F..

- Il sottoscritto Z. F. si riserva di costituirsi parte civile per il risarcimento di tutti i danni subiti e subendi e chiede di essere informato dell'eventuale volontà di archiviazione da parte del Pubblico Ministero al fine di poter proporre eventualmente opposizione ex art. 408 III comma c.p. nei termini di legge, chiedendo motivatamente la prosecuzione delle indagini.

Con osservanza. xxxxxxxxxxxxxx, 14 ottobre 2014 Z.F.

NOMINA DI DIFENSORE E DELEGA AL DEPOSITO DELLA DICHIARAZIONE DI DENUNCIA-QUERELA PRESSO LA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI xxxxxxx

Ai sensi degli artt. 333 e 337 c.p.p. il sottoscritto Z. F. nomina quale proprio difensore di fiducia e procuratore speciale l’Aw. A. G., presso il cui studio in xxxxx xxxxx (xx) Via xxxxx n. x/B elegge domicilio, conferendo al nominato difensore i più ampi poteri di legge, compresi quelli di nominare sostituti, estrarre copia degli atti dei procedimenti a sé relativi, sia come indagato/imputato che come persona offesa, nonche' presentare e recapitare la sue stesa integrazione di denuncia-querela agli Uffici della Procura della Repubblica presso il Tribunale di xxxxxx, affinché venga dato avvio al procedimento giudiziario come richiesto in atti.

Firma

Z. F.

Firma vera e autentica

". A. G. firma "

Riassumendo la denuncia fatta, per come era strutturata, diceva che non ero in grado di identificare il soggetto (scorretto o fornito i dati) dunque so chi è: nome cognome, codice fiscale.
Se non coretto o integrato o se la denuncia non e strutturata bene, risulterà contro ignoti quindi verrà archiviata subito.

Autorità Giudiziaria

Interventi dell' Autorità Giudiziaria nei topic inseriti in denunceitaliane.it

Topic messi sotto indagine investigativa: 6

Topic messi sotto sequestro: 3

Topic attualmente sotto sequestro: 2

Processi penali in cui denunceitaliane.it è chiamata in giudizio: 2

Processi civili in cui denunceitaliane.it è chiamata in giudizio: 1

Processi in corso: 3

Donazione Paypal

 

Auitaci a mantenere attivo denunceitaliane.it

Non utilizzando pubblicità dipendiamo completamente dalle donazioni.

Grazie per il supporto

Pagine Ufficiali

Sono nati, in giro per la rete, siti internet e profili social che usano il nostro stesso nome a dominio. Per chiarezza e trasparenza riporto i profili creati e gestiti da noi.

Sito internet: denunceitaliane.it

Facebook: Facebook/denunceitaliane.it

Twitter: Twitter/denunceitaliane.it

Google+: Google+/denunceitaliane.it

Youtube: Youtube/denunceitaliane.it

Revolvermap: Revolvermap/denunceitaliane.it

Queste sono le nostre pagine ufficiali, che tra l'altro non utilizziamo molto, il tempo che abbiamo a disposizione lo dedichiamo interamente al sito internet.

Altri profili o siti internet presenti nel Web non sono creati e gestiti da noi.

denunceitaliane.it nasce il:

18 Novembre 2008 alle ore 12:16 :-)

Statistiche Forum

  • Totale utenti:2771
  • Ultimo utente:Giuseppe63
  • Messaggi totali:12.9k
  • Discussioni in totale:1142
  • Totale sezioni:6
  • Categorie totali:21
  • Aperti oggi:0
  • Aperti ieri:0
  • Risposte odierne:0
  • Risposte di ieri:0